Nwoverland

Nwoverland

VIDEO RAGAZZO DOWN PICCHIATO TORINO SCARICARE

Posted on Author Jugore Posted in Sistema


    Botte al down nel video su Internet sequestrato il film È scritto nella querela presentata dall'associazione Vividown: "In pochi secondi e con estrema facilità ho rintracciato e scaricato il filmato. Obiettivo: identificare il ragazzo che picchia il giovane down e il Girato in un istituto tecnico di Torino. Una immagine del video con il ragazzo down picchiato. MILANO - E' di Torino, ha 17 anni e non è down, ma soffre di una particolare forma di. I ragazzi di quella scuola torinese sembrano essere avulsi dalla È la sensazione suscitata dalla storia del ragazzo con sindrome di Down schernito e picchiato in della scuola scarica la completa responsabilità del ragazzo disabile, TORINO - Eccolo il ragazzino del video, saluta con la mano grossa e​. VIDEO RAGAZZO DOWN PICCHIATO TORINO SCARICARE - Al giovane disabile vengono anche tirati oggetti e per ripararsi lui perde gli occhiali e si china a.

    Nome: video ragazzo down picchiato torino
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 18.48 Megabytes

    Foto di Repertorio Non potrà più mangiare, né bere, né parlare come prima: nonostante un intervento di ricostruzione maxillo-facciale lungo 6 ore all'ospedale Niguarda. Dopo il pestaggio subito sulla 'Collinetta del teatrino', al Parco Nord di Milano, la sua vita non sarà più la stessa.

    Quel maledetto pomeriggio resterà per sempre inciso nella sua mente. Anche se le manette sono un segnale forte: soprattutto per i giovanissimi che in un modo o nell'altro finiscono per rimanere vittime del bullo di turno. Il ragazzo, che si è messo a piangere al momento dell'arresto, è stato giudicato 'pericoloso per la società'. Incide il fatto che pochi mesi prima, a dicembre , fosse stato indagato per un altro pestaggio per le strade di Monza: in quel caso a restare ferito era stato un minore straniero, massacrato mentre veniva insultato con frasi legate alla sua provenienza e a sfondo razziale.

    Sono le

    Romanticismo e farlo, ma può.

    Inoltre, I quesiti sulla disabilità rientrano tra i cosiddetti "quesiti sensibili" ai quali le persone possono rifiutarsi di rispondere.

    La partecipazione sociale è, infatti, il risultato di un processo durante il quale la persona sviluppa la propria identità e autostima, forma il proprio carattere. Una misura del coinvolgimento diretto del disabile in alcune attività della vita quotidiana è fornita dall'utilizzo di alcuni servizi presenti sul territorio, come uffici anagrafici o postali, Asl, banche Istat, Le differenze rimangono significative anche per gli uffici postali e in banca.

    La situazione è capovolta nel caso dell'Asl per prenotazioni o per pratiche amministrative , dal momento che per motivi di certificazione dell'handicap o per necessità di monitoraggio del proprio stato di salute, il disabile entra più spesso e facilmente in contatto con l'Asl. Sembra che le persone disabili si informino meno rispetto agli altri; tale differenza tende ad aumentare in modo proporzionale all'età, aumento forse dovuto a una minore scolarizzazione nelle fasce di età più anziane.

    È scritto nella querela presentata dall'associazione Vividown: "In pochi secondi e con estrema facilità ho rintracciato e scaricato il filmato. Per risalire all'indirizzo internet basta entrare nel sito www.

    Ora le indagini sono cominciate. Obiettivo: identificare il ragazzo che picchia il giovane down e il regista del film.

    Hai letto questo?SCARICARE APP SPORTZONE

    Ma l'associazione Vividown ha denunciato anche Google: "Vista la capacità di diffusione - scrive l'avvocato Guido Camera - è evidente che attento e consapevole deve essere il controllo dei video che possono essere scaricati dal sito". Ma le immagini erano già state scaricate da centinaia di persone e sono state acquisite agli atti.

    Scena: una classe di una scuola superiore italiana, gli studenti avranno diciassette, diciotto anni. Il professore, ovviamente, non c'è. Ed ecco che entra lui, il povero protagonista, un ragazzone robusto lo chiameremo Mario , lo sguardo spaesato dietro occhiali spessi.

    Una compagna lo introduce nell'aula come si fa con un toro nell'arena: "Fallo entrare", urlano tutti. Mario viene condotto al centro della classe, messo di spalle per mostrare il sedere, i pantaloni sporchi: "Dio p Mario ascolta, sorride perfino, forse per abitudine o perché gli fa piacere ricevere un minimo di attenzione.

    Ma presto dalle parole si passa ai fatti: arriva l'altro protagonista del video, il cattivo. E rafazzo compagni cominciano: Gli investigatori sono piuttosto ottimisti, due strade potrebbero portare nel giro di poche ore a individuare i protagonisti del video che nelle scorse settimane era visibile sul sito www. Noi vogliamo essere cittadini con strutture efficienti aperte a tutti.

    Non capiscono il peso delle loro azioni. Ma presto dalle parole si passa ai fatti: Il gestore infatti conserva traccia di tutti i video che transitano tramite www. Ci siamo fermati a pensare, a interrogare, a interrogarci. La nostra ferma mobilitazione contro ogni attacco e ogni restrizione di quei principi e delle necessarie condizioni di esercizio di quella norma, hanno caratterizzato e caratterizzeranno uno dei tratti fondamentali della nostra identità di CISL Scuola.


    Nuovi articoli: