Nwoverland

Nwoverland

SCARICARE MUSICA DI MEDJUGORJE DA

Posted on Author Nigar Posted in Musica


    Contents
  1. Video [ITA] Comunità Figli del Divino Amore
  2. Canti di Medjugorje
  3. MARIA SANTISSIMA
  4. Canti e violino di Melinda Dumitrescu

3 La canzone di nwoverland.org3 8 Guariscimi o mio Signor - Adorazione - Medjugorje - Figli del Divino nwoverland.org3 · 9 Sono qui 12 Gesù dolce musica. mp3. Ecco alcuni siti in cui potete ascoltare, leggere il testo e scaricare moltissime canzoni di Medjugorje: nwoverland.org~medzugorje/p/nwoverland.org CD di canti da scaricare | Cari amici,vogliamo proporvi uno splendido CD della ' Comunità Cenacolo' di suor nwoverland.org medjugorje/nwoverland.org buona musica da ascoltare e scaricare in mp3. Ecco alcuni siti in cui potrete ascoltare, leggere il testo e scaricare moltissime canzoni di Medjugorje.

Nome: musica di medjugorje da
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Solo per uso personale
Dimensione del file: 61.66 Megabytes

Cari figli! Oggi vi invito a pregare per le mie intenzioni affinché possa aiutarvi. Figlioli, pregate il rosario e meditate i misteri del rosario perché anche voi nella vostra vita passate attraverso le gioie e i dolori.

In questo modo trasformate i misteri nella vostra vita perché la vita è un mistero finché non la mettete nelle mani di Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

Gesù, Madonnina mia dolcissima, aiutatemi voi, consolatemi in questa sofferenza! Siamo partiti dalle Tremiti in 22 e siamo rientrati dal pellegrineggio portando nei nostri cuori una immensa felicità speriamo che resti per sempre. Un consiglio andate a Medjugorje non per i miracoli quelli aspettano a pochi eletti ma per trovare pace in se stessi. Scusa il disturbo… anche io cercavo quel canto, sono appena tornato da Medjugorje!

Hai trovato qualcosa in merito? Viva Maria Regina della Pace.

Video [ITA] Comunità Figli del Divino Amore

Che gioia. Grazie B. Grazie a Gesù. Invito tutti ad andare a Medugorje e di portarsi a casa la serenità che si riesce a percepire su quei luoghi. Io non sono assolutamente degno ma ti pèrego stammi vicino e fai di me una persona migliore che possa divulgare il tuo credo grazie Ave Maria e grazie Gesù. Dio vi benedica. Mi ha fatto piangere… lacrime di gioia! LEI viene e va ognidove …. Ringraziamo DIO perchè le permette di trapiantarsi dove va ….. Per me è stata una esperienza ultraterrena.

Ho avuto segni evidenti della presenza della Madonna e sono stata coinvolta totalmente. Mi auguro di potere ripetere il pellegrinaggio con la mia famiglia e sopra tutto con i miei figli. Dobbiamo rendere ogni giorno grazie per questo immenso dono, gratuito e immeritato. Ho cercato di trovarla su youtube. Per favore potreste inviarmi il link della canzone?? Ti ricordi per caso chi la canta?

Canti di Medjugorje

Sono rientrata da Medjugorje da qualche giorno e già mi manca tanto quel senso di pace e di raccoglimento. Quando ogni momento era preghiera e intima confidenza con Maria.

Ciao Nunzia! Un abbraccio e un caro saluto in Gesù e Maria. Puoi trovare facilmente testo e canto collegandoti ai canti del RNS. Stammi vicino. Stai commentando usando il tuo account WordPress. Stai commentando usando il tuo account Google. Stai commentando usando il tuo account Twitter. Stai commentando usando il tuo account Facebook. Notificami nuovi commenti via e-mail. Notificami nuovi post via e-mail. Visite dal 19 dicembre Grazie della visita!

Qui puoi lasciare un tuo saluto, un ringraziamento, una preghiera Sono attirate come se non avessero provato mai tanto amore. Allora Vicka, fedele alla promessa, corre a chiamare Marija. Appena riuniti, salgono la collina a velocità impressionante; vi trovano Ivan che è salito con le altre compagne, per un altro sentiero; è l'attrazione di quell'apparizione che li ha fatti incontrare. E per la prima volta, lui e i cinque che sono saliti da Podbrdo, vedono la Madonna da vicino: amorosa e semplice, indescrivibile: con il suo vestito luminoso, di un grigio argentato, i capelli neri e ondulati, sotto il velo bianco, quella corona di 12 stelle che niente tiene e collega tra loro e i suoi occhi azzurri che li guardano con affetto.

Ivanka ha il coraggio di chiederle: - Dove si trova la mamma? Ha una voce dolce 'come musica', come 'campane che suonano'. I suoi occhi azzurri, splendenti d'amore, hanno definitivamente riunito il gruppo dei veggenti, che sono quantomai diversi tra loro: ragazzi e ragazze di età diversa, estroversi come Vicka o introversi come Ivan.

Quello sguardo e quella preghiera li fondono per una missione comune: Ivanka e Mirjana, Vicka la maggiore: diciassette anni il prossimo mese , Marija e poi i due ragazzi, Ivan 16 anni e il piccolo Jakov 10 anni , unico bambino tra quegli adolescenti. Tutto sembra congiurare per separarli.

Le contrarietà esteriori che non hanno cessato di moltiplicarsi da parte della famiglia, della Chiesa, della polizia e le profonde differenze dei loro temperamenti. Ma la Madonna li tiene uniti in uno slancio e in una missione comune, nell'abbraccio di un unico amore. A loro sembra che sia contenta soprattutto di vederli tutti insieme davanti a lei; ma questo è possibile solo durante le vacanze perché l'anno scolastico li tiene lontani gli uni dagli altri.

I veggenti, invece, aspettano in basso, dove hanno visto la prima volta.

Sono accompagnati da Marinko, un meccanico, loro vicino, che si è offerto di accompagnarli sulla collina. La Madonna fa loro cenno. Essi salgono la collina a velocità sorprendente.

Non hanno bisogno di altra guida che l'apparizione che li attira. Vicka, come un tempo Bernadette, ha portato un po' d'acqua benedetta, per provare l'autenticità dell'apparizione. Essa continua a sorridere, sotto quella pioggia di acqua benedetta con cui Vicka la irrora con forza e generosità, fino a svuotare la bottiglia. E anche perché vi convertiate e mettiate pace in questo popolo. Medjugorje è un villaggio diviso; ci sono stati dei feriti e anche tre morti, subito prima della guerra, proprio dove in seguito è stata costruita la chiesa, in aperta campagna, al confine tra Biakovici la frazione dei veggenti e Medjugorje il villaggio principale.

La Gospa aggiunge: - Vengo a convertire e riconciliare tutto il mondo. E ripete con insistenza la parola chiave del messaggio: - Pace, pace, pace! Pace, riconciliazione: sono le parole fondamentali del messaggio. Sabato 27 giugno, IV giorno Credete come "coloro che vedono" Il 27 giugno, la polizia porta i giovani a Citluk: interrogatori ed esame psichiatrico.

Ma la dottoressa Ante Vujevic li dichiara sani di mente. Essi ripartono in fretta per arrivare sulla collina alle diciotto e trenta eccetto Ivan. Su richiesta di due francescani, presenti a questa apparizione, Vicka interroga la Gospa: - Cosa ti aspetti dai sacerdoti?

Poi scompare. E i veggenti pregano. Essa riappare, accolta dal loro canto: Tutta bella sei. Vicka chiede con insistenza: - O Vergine, cosa vuoi da questo popolo?

Per la terza volta, la Gospa risponde: - Che coloro che non vedono credano come quelli che vedono. Marinko che aiuta e protegge i veggenti, schiacciati dalla folla, si fa indicare il luogo esatto dell'apparizione e vi mette una pietra segnata con una croce bianca.

Domenica 28 giugno, V giorno Diecimila persone sulla collina Il parroco, fra' Jozo Zovko, rientrato da una serie di prediche nei pressi di Zagabria, è piombato ieri nel bel mezzo dell'effervescenza di questa parrocchia che prima riteneva sonnacchiosa. Ha interrogato i giovani, ed è molto indeciso. La sua predicazione è un invito alla prudenza: - La Chiesa è severa in questa materia.

Bisogna evitare qualsiasi precipitazione. Non appoggiamo ciecamente questi giovani. La sera, verso le sei, dieci o quindicimila persone hanno invaso la collina; c'è un registratore acceso. I veggenti, durante l'apparizione stessa, trasmettono le risposte della Madonna alle domande poste: - Che il popolo creda e perseveri nella fede. E dopo un'interruzione dell'apparizione: - Coloro che non vedono credano come quelli che vedono.

Poi alzano la testa e lo sguardo.

Essa è scomparsa verso l'alto. Se n'è andata - mormora uno dei veggenti.

La sua luce è svanita. Essa ha detto: - Andate nella pace di Dio. Due francescani sono presenti, in borghese, per assistere al fatto, contro il parere del parroco, fra' Jozo Zovko, che ha suonato per il rosario in chiesa, per distogliere la gente dalla collina.

Anche lui ha avuto folla. Vengono fatti aspettare in un corridoio: da una parte i matti che passeggiano nel cortile, dall'altra, l'obitorio aperto, con i suoi cadaveri.

MARIA SANTISSIMA

Mirjana è molto impressionata, ma Vicka motteggia: - Sappiamo bene che si deve morire! Il dottor Dzuda conferma il loro sano equilibrio psichico. Ritornati per l'apparizione, ricevono questo messaggio: - C'è un solo Dio e una sola fede. Credete fermamente, e con fiducia.

La sua debole testa è poggiata sulla spalla del padre. Soffre di setticemia fin dai primi giorni di vita. I suoi genitori supplicano. I veggenti intercedono.

La Madonna incoraggia a pregare per la sua guarigione. Il suo stato migliorerà. Durante l'estate ritornerà, camminando e parlando. E la prima di una serie di guarigioni e di miglioramenti che si moltiplicheranno. I registri parrocchiali, fino al 19 ottobre , ne riportano ; oggi sono già più di trecento. Nel primo pomeriggio, due giovani donne, Ljubica e Mirjana, contattate dalla polizia, li hanno portati a fare una passeggiata, per tenerli lontani dalla collina dove l'afflusso della gente preoccupa la polizia: a Sarajevo sospettano che si tratti di un complotto clerico-nazionalista.

Essi si sentono stanchi e sfiniti per questa esperienza nuova che ridimensiona le loro persone e per i continui interrogatori. Accettano quindi con gioia quell'evasione. Si stipano in sette dentro un'auto, le due donne e i cinque veggenti, perché Ivan non è voluto andare.

Vanno a vedere le cascate di Kravica, la piccola Niagara jugoslava e Capljina, dove le due donne offrono dolci e succhi di frutta All'ora dell'apparizione, sono ancora in viaggio da Ljubuski a Citluk. A destra il piccolo Jakov guarda all'orizzonte la linea blu delle colline. Fa fermare improvvisamente la macchina all'imbocco di un sentiero e si slancia verso il pendio.

Al di sopra della collina, sull'orizzonte blu, ora emerge una luce: la Gospa avanza sulla sua nuvola verso di loro, fino a giungere molto vicina. Di ritorno, il parroco li interroga a lungo, in canonica, di fronte a un registratore.

In relazione:VIVINO SCARICARE

Anche Ljubica e Mirjana sono presenti e si sentono turbate, perché hanno visto quei fenomeni luminosi. Non collaboreranno più con la polizia. Tre ragazze, Ivanka, Mirjana e Vicka vengono fatte salire sul furgone della polizia. Ma d'improvviso il furgone scompare ai loro occhi e vedono solo l'apparizione, inattesa e breve. La polizia controlla i loro movimenti ed essi si sentono spiati. Ruzika, sorella di Marija, va a chiedere consiglio a fra' Jozo: - Cosa dobbiamo fare?

Quando torna a casa attua una manovra diversiva e verso le diciassette e trenta fa portare i veggenti, in auto, verso la canonica, dove hanno l'apparizione nella terza stanza a sinistra entrando. Sono soli, perché il parroco è andato in chiesa, invasa dalla folla, molto prima della messa delle diciotto. Anche i veggenti vanno in chiesa.

Canti e violino di Melinda Dumitrescu

C'è grande fervore. Jozo Zovko, che fino a quel momento ha predicato nel deserto ai soli terziari il ripristino di alcuni digiuni a pane e acqua, propone di farne uno Prima dell'Ite missa est, dà la parola a Vicka e a Jakov. E stata conservata la registrazione. Non lo vedete perché è troppo piccolo. La sua testa non sporge al di sopra dell'altare, ma la sua voce e ferma: - Oggi ho chiesto alla Madonna di lasciarci un segno.

Prima di andarsene ci ha detto: "Arrivederci, angeli miei". E un vezzeggiativo che in Croazia le nonne usano per i loro nipotini. D'un tratto racconta egli stesso , sentii una voce che mi diceva: - Esci e proteggi i bambini. Lasciai la Bibbia e il breviario, feci la genuflessione e aprii la porta. Avevo ancora la mano sulla maniglia, quando vidi i ragazzi correre verso di me: - La polizia ci cerca, nascondeteci!

Con loro c'era Anna, una sorella maggiore di Vicka. Li condussi in canonica in una stanza inutilizzata la terza a sinistra poi uscii dalla canonica e chiusi la porta a chiave. Poi si reca in chiesa ed ecco irrompere la polizia: - Hai visto i veggenti? Come s. E la polizia riparte precipitosamente. Nel frattempo la stanza della canonica scompare davanti agli occhi dei veggenti.

Li rincuora. Essi pregano e cantano con lei: - Non abbiate paura, avrete la forza di sopportare tutto questo! Sabato 4 luglio: XI giorno Ognuno a casa sua Il sabato 4 luglio è un giorno di incertezza e di smarrimento.


Nuovi articoli: