Nwoverland

Nwoverland

SCARICA DA MIRC ILLEGALE

Posted on Author Mugore Posted in Musica


    Attenzione: scaricare abusivamente da Internet dei film protetti da diritto d'autore è illegale. Questa guida è stata scritta a puro scopo illustrativo, non è. Scaricare materiale coperto da copyright è sempre ILLEGALE, non esistono programmi che lo permettono, neanche mirc. Cambiano le sanzioni: 1)se scarichi e. nwoverland.org › film-streaming-illegale-sanzioni. Dello streaming illegale di film e telefilm, del download di brani in cui, oltre a scaricare illegalmente un contenuto coperto da diritto d'autore.

    Nome: da mirc illegale
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 18.32 MB

    Come scaricare film e altro con mIRC Premetto che scaricare determinati film è illegale, questa guida è solo a scopo dimostrativo. Declino ogni responsabilità. Tutti noi vogliamo avere l'ingresso gratis al cinema giusto? Allora perché non accontentarsi del proprio schermo di casa Esistono svariati modi per scaricare film dal web, alcuni più semplici e altri più complessi.. Ma veniamo al dunque. Mirc, torrent, siti di file sharing, offrono tutti ottime risorse per scaricare i nostri film.

    Il solo fatto di scaricare e utilizzare il file per uso personale, come emerge, seppur illecito, non espone al rischio di sanzioni particolarmente gravi. La norma, poi, distingue in maniera piuttosto marcata chi condivide a fini di lucro e chi invece lo fa senza ricavarne alcun profitto: questo comporta importanti differenze soprattutto per quanto riguarda la pena.

    Per evitare qualsiasi tipo di rischio, sia di carattere amministrativo che penale, sembrerebbe dunque sufficiente evitare di condividere i file …o no? Un altro aspetto da tenere in considerazione quando si parla di pirateria è quello accennato in premessa, ossia lo streaming video: guardare un film sui tanti siti che ospitano la versione pirata degli ultimi blockbuster è un reato?

    Per quanto riguarda film e telefilm si è cercato di combattere la pirateria con servizi di streaming che, a fronte di un costo mensile, offrono un enorme catalogo. Il mercato della letteratura ha invece puntato sul ridotto costo delle copie digitali delle opere, che sono distribuite per pochi euro e liberamente scaricabili sul proprio e-reader.

    E al di là di questo, le conseguenze riguarderanno solamente i fornitori di questi servizi illegali? Cosa rischia effettivamente chi scarica un film illegalmente—e magari lo ricondivide in sistemi di peer-to-peer—o lo guarda direttamente in streaming?

    Per capirlo ho contattato l'avvocato Fulvio Sarzana, esperto in diritto delle nuove tecnologie, che da anni cura un blog in cui si occupa di questi temi. Ho cercato di riassumere quello che mi ha detto in una serie di punti principali, in modo da sintetizzare la situazione della pirateria online e dei rischi reali che si corrono utilizzandola in Italia.

    Innanzitutto si deve distinguere il tipo di comportamento degli utenti che utilizzano questi contenuti: "la norma approvata nel in materia, che ha introdotto sostanzialmente nel nostro ordinamento le fattispecie di downloading e uploading di materiale protetto dal diritto d'autore su internet, pone una differenza sostanziale," mi ha detto l'avvocato Sarzana.

    Di fatto, chi guarda film o serie tv in streaming, o compie un download per utilizzo personale e singolo, non rischia praticamente niente. E questo anche per una semplice questione pratica: "le forze dell'ordine sono principalmente concentrate nell'individuazione di coloro che offrono questi servizi—tentare di perseguire migliaia di utenti sarebbe veramente complicato—ed è quindi l'upload a rappresentare la differenza sostanziale per il rischio di essere individuati.

    Visto che l'utente che compie download non risponde, se non con delle sanzioni amministrative abbastanza blande, il tipo di servizio che utilizza non fa alcuna differenza.

    Sia che utilizzi un sito illegale per guardare una partita di Champions in streaming, sia che scarichi la prima stagione di Narcos. Se è l'upload a fare la differenza, resta comunque da capire cosa rischiano tutti gli utenti che partecipano ai circuiti di peer-to-peer.

    In questo caso, è la finalità dell'upload a essere discriminante.


    Nuovi articoli: