Nwoverland

Nwoverland

MUSICA SACD SCARICARE

Posted on Author Brasho Posted in Musica


    Scarica i file dai servizi hi-res più diffusi e inizia ad ascoltare. grazie a download in formato FLAC e DSD, USB Flash Drive Gold, SACD, CD e così via. [mention]Stentor[/mention] ha scritto:Scaricare ISO di SACD ricordo che è illegale ! infatti io li ho Occupazione/Hobby: musica / informatica. Linn regala musica in alta risoluzione: un brano al giorno A partire dal 1° dicembre e fino al 24 dicembre si potrà liberamente scaricare un file musicale lo stesso master usato da Linn per produrre i suoi dischi e SACD. Nel seguito gli screenshot che documentano la possibilità di acquisto del. SACD o in alternativa il download in HD in vari formati o in CD.

    Nome: musica sacd
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 34.88 MB

    Print Esistono diversi siti da cui è possibile acquistare e scaricare musica in alta risoluzione. Per alta risoluzione si intende contenuto musicale con specifiche superiori allo standard CD audio, che è di 16 bit e 44,1 kHz.

    La decodifica a singolo bit DSD Direct Stream Digital , utilizzata soprattutto su supporti fisici, è attualmente diffusa principalmente nei formati DSD64 con frequenza di campionamento di 2. Molti dei siti che citiamo offrono la possibilità di scaricare gratuitamente dei brani test. La maggior parte dei siti che offrono album e brani in qualità master prevedono anche il download di formati in qualità minore, tra cui CD Audio e formati compressi quali MP3.

    Si possono poi trovare spesso offerte speciali. Le registrazioni disponibili sono quelle dei Real World Studios di Peter Gabriel e quelle della London Symphony Orchestra: i contenuti sono dunque ristretti a queste fonti selezionate.

    Il prezzo è di 40,00 euro per un anno di subscription. HDtracks HDtracks è stato tra i primi store online a offrire i download in alta risoluzione e dispone di un vasto catalogo in proporzione al tipo di offerta. Sono disponibili anche numerosi download DSD. Qobuz Qobuz è una piattaforma francese che offre sia un servizio di streaming tra i primi in qualità CD e probabilmente il primo anche a 24 bit sia uno store di download.

    HDmusicStore Uno dei problemi principali degli store di download e dei servizi di streaming sono i vincoli territoriali a cui sono costretti per via dei diritti e gli utenti italiani, dobbiamo dire, sono spesso estromessi dai contenuti di questi servizi. È con piacere dunque che menzioniamo questa piattaforma di distribuzione di musica digitale in alta risoluzione tutta italiana. Si ottiene allora un cd masterizzato che suona esattamente come il cd originale?

    Sono sicuro che ogni audiofilo si porrà questa domanda. Nel senso che per ricostruire con precisione una copia assolutamente fedele del cd originale andrebbero soddisfatte due condizioni. In primo luogo, nessuno ci garantisce che il file wav iniziale, quello da cui viene ricavato per compressione il file flac che acquistiamo, sia stato estratto dal cd originale utilizzando un software a prova d'errore come EAC Exact Audio Copy.

    In secondo luogo, il programma di masterizzazione oltre ai file flac o ai file wav ottenuti decomprimendo i flac avrebbe bisogno di un file cue o di altri tipi di file analoghi che su Mindawn non si trovano e che, detto in breve, servono a mettere tra un brano e l'altro del cd masterizzato le stesse pause o la stessa assenza di pause che avevamo sul cd originale.

    Inoltre, c'è da dire che su Mindawn non sono disponibli file d'immagine che riproducano l'artwork del cd originale. Questo per me personalmente non è un problema ma immagino che per molti sarebbe preferibile avere a disposizione anche l'artwork. Parlando dei prezzi, un album in formato flac su Mindawn viene venduto a 8.

    Le forme di pagamento accettate sono entrambe le più diffuse su Internet e cioè Paypal e carta di credito.

    Con una Postepay prepagata equivalente Visa non ho mai avuto alcun problema e gli accrediti a Mindawn con conseguente messa a disposizione dei download da parte loro sono sempre avvenuti istantaneamente.

    Altro punto migliorabile: le ricerche sul sito sono un po' farraginose. È possibile cercare per categoria musicale e per parole chiave ma non ad esempio per data, e non è possibile ordinare i risultati della ricerca secondo criteri personalizzabili.

    Venendo al mio caso, posso ad esempio cercare le parole "Musea" e "" nella categoria "Progressive" per trovare tutti gli album prog la cui descrizione, di solito discretamente dettagliata, citi la Musea e l'anno , ma sarebbe più comodo se potessi fare ricerche per anno e se potessi ordinare i risultati che ottengo anche in ordine alfabetico riferito ai nomi degli artisti e non solo obbligatoriamente per ordine alfabetico riferito ai titoli degli album.

    Un aspetto invece sicuramente positivo è che il sito funge anche da backup degli album acquistati, nel senso che i propri acquisti rimangono tracciati e memorizzati in un'area personalizzata e in qualunque momento o su qualunque computer si possono riscaricare gli stessi album già acquistati in precedenza senza alcun costo aggiuntivo. Come ormai sappiamo, i cd masterizzati non sono eterni e quindi mi sembra utile poter scaricare quante volte si vuole i propri acquisti. Una rete di sicurezza per ogni evenienza, insomma.

    Scorrendo le FAQ del sito c'è un punto che mi sembra spiacevolmente ambiguo. Eccolo: "However, on Mindawn, there is no difference in buying a perfect copy from us or having an original CD. You can still send around perfect copies if you want to. We believe that in general people don't want to give away something that they paid for. We further believe that just because someone does happen to get a pirate copy doesn't necessarily mean that is a lost sale. We feel that having happy customers by giving them free rein with what they paid for is going to be better for all of us in the long run.

    We like to believe in the basic honesty in humanity, when people are treated fairly -- so why should we impose more restrictions than are available on a typical music CD? Il copyright è detenuto dagli autori, dalle label o da Mindawn? Se fosse vero, in Internet non girerebbero milioni di file musicali illegali perché nessuno li avrebbe mai ricavati dai cd originali, cd che qualcuno all'inizio deve pur aver acquistato.

    Bello che Mindawn ci lasci "free rein", briglia sciolta, giusto nel caso avessimo voglia di farci qualche galoppata su percorsi alternativi, ma sarebbe ancor più bello se sapessimo quanto di preciso è sciolta la briglia e quindi, fuor di metafora, quali sono di fatto i nostri diritti: possiamo o non possiamo copiare e condividere senza scopo di lucro i file acquistati da Mindawn? E se possiamo condividere, in che misura possiamo farlo? Credo che, in tempi di restrizioni sempre più subdole e implacabili, un po' di chiarezza in merito non guasterebbe davvero e contribuirebbe a far la differenza insieme agli aspetti sicuramente positivi che l'acquisto di file musicali su Mindawn comporta.

    Lo faccio volentieri. Mindawn è un servizio di distribuzione digitale di musica e video.

    Pensi che un sistema del genere possa aiutare a diffondere il Progressive Rock e gli altri generi di nicchia? Che risposta avete ottenuto ad ora? La risposta degli artisti e dei clienti che fanno uso del sistema è stata incredibilmente positiva.

    La gente apprezza sul serio la qualità audio e la completa libertà di scelta a disposizione. Facendo un primo bilancio, pensi che questo tipo di piattaforma possa essere vantaggiosa?

    In che modo? Uno dei vantaggi più chiari è che noi non escludiamo nessuno. Questo dal punto di vista del cliente, per quanto riguarda l'artista abbiamo una simile filosofia di inclusione: nessun artista è escluso dal servizio, si deve soltanto pagare una cifra di 50 dollari per aprire un account e poi puoi inserire le tue canzoni su Mindawn e queste sono immediatamente disponibili per la vendita. Ricevi i pagamenti mensilmente hai accesso a tutti i tuoi report di vendita online, nulla è nascosto.

    Come è stato accolto il vostro progetto dalle etichette discografiche? Gli artisti accettano di buon grado questo tipo di commercio?

    I profitti che ottengono sono uguali a quelli che derivano dalla vendita di CD? La risposta è stata ovunque entusiastica, ci sono ancora alcune band ed etichette che non tollerano l'intero meccanismo della distribuzione digitale.

    Uno dei maggiori vantaggi è che è fondamentalmente gratuita, non hai costi di manifattura e distribuzione ma hai anche bisogno di fare un po' di promozione per far sapere ai tui fan che il tuo materiale è disponibile con quelle modalità. Si discute da tempo sui possibili danni economici del file sharing sulla community degli artisti e sono stati sempre pochissimi i dati validi su cui discutere circa i potenziali effetti delle reti P2P.

    Che tipo di gestione del catalogo artisti intendete fare nel futuro? Sono stato recentemente coinvolto su un certo numero di odiose discussioni online su quest'argomento. Prima di tutto bisogna cercare di quantificare in che modo le copie rubate si traducono in una perdita di vendite; la deduzione di alcune organizzazione come la RIAA sull'argomento è che c'è un rapporto di uno a uno: in altre parole ciascuna copia è di fatto una mancata vendita. Questo non è vero per un certo numero di ragioni: ci sono persone che non avrebbero mai comprato un album se non avessero mai potuto ascoltare prima la copia illegale ecc.

    Tutto quello che bisogna sapere sull’audio e i file DSD

    E' come dire che dal momento che Mozart è morto allora tutte le persone defunte devono essere Mozart. La gente in questi gruppi dichiarerà sempre che questo metodo porta alla vendita ma se lo persegui difficilmente porterà a questo risultato. Veniamo ora al punto della tua domanda. Non sto chiamando in causa la legge qui, vi sto soltanto dicendo come stanno le cose.

    I file FLAC che vendete provengono dai master delle varie case discografiche o sonoo una rielaborazione dell'estrazione audio effettuata con il vostro software MARS?

    Main navigation mobile

    Nel primo caso come potete dimostrarlo? Raccomandiamo comunque che i file OGG abbiano una qualità 5 volte maggiore per fare in modo che gli utenti ottengano una qualità migliore possibile.

    Perchè non è possibile scaricare le copertine dei dischi in vendita? Pensate che sarà possibile in futuro? Ci è stato già chiesto di tanto in tanto e dovremmo farlo, ma si tratterebbe di una cosa accessoria. Sono in gioco diverse variabili comunque, come la questione del singolo brano contrapposto all'album intero che ho descritto prima parlando di Vince Di Cola, caso questo in cui l'artwork non esiste. Poi bisogna decidere cosa dell'artwork inserire e in che modo.

    Ad esempio la copertina? L'intero booklet, se esiste? Il retro copertina? E' un'idea che ha bisogno di essere messa meglio a fuoco. Penso che si potrebbe partire in maniera molto semplice dall'etichetta da applicare sul CD. Pensate che questo metodo di vendita sostituirà in futuro i tradizionali negozi di dischi? Nella stessa maniera in cui le cassette hanno rimpiazzato le cassette a 8 piste ed i CD hanno rimpiazzato vinile e cassette, penso che siamo arrivati ad un svolta paradigmatica nella distribuzione del materiale di intrattenimento sia audio che video.

    Oggigiorno puoi avere un audio player con un hard drive di gb che equivale a Questo è un notevole fattore di convenienza e si applica all'intera industria, non solo al progressive. Il possibile aspetto negativo per il progressive in questo meccanismo è la tendenza a realizzare concept in cui le liriche o le storie narrate o l'artwork sono parte integrante dell'opera e non è un grande affare per band come i Rolling Stones, ad esempio ma vedremo un cambiamento totale nei prossimi 5 anni.

    Che ruolo hanno le case discografiche in questo tipo di mercato? La casa discografica avrà ancora a che fare con il meccanismo e le spese legati alla registrazione dell'album, con la promozione, la diffusione sull'airplay, il rifornimento del materiale digitale alle compagnie di distribuzione ma penso che il campo di gioco sia un po' più accessibile e permette agli artisti indipendenti lo stesso accesso alla distribuzione anche se sono ancora responsabili di altri fattori come crearsi un seguito.

    E' più frequente che gli utenti si scarichino uno o due brani di un album o l'album nella sua interezza? Sono felice di questo perché era quello che avevo previsto prima di mettere in piedi questo servizio.

    Cosa pensate delle tecnologie DRM applicate dalle major sui loro prodotti, spesso a insaputa dei clienti e a loro danno come sta emergendo chiaramente nel caso del rootkit Sony?

    Ritenete che in futuro ci sarà sempre più spazio per queste tecnologie, come dichiarato un po' da tutti i produttori di hardware e di contenuti che già le impiegano, o lo scandalo attualmente in corso provocherà un totale rigetto nei consumatori? Penso che la Sony abbia commesso un crimine disgustoso. Avrei dei seri problemi a trattare i miei clienti come dei criminali quando non hanno fatto niente di sbagliato.

    Se qualcuno infrange la legge, allora puoi perseguirlo ma credo che la maggior parte delle persone sia onesta e voglia agire in maniera corretta.

    Non mi piace il DRM e non ne ho nel nostro sistema e credo che i clienti si ritraggano in maniera molto decisa da questo. Un buon esempio è iTunes in cui tu affitti la musica ma non la possiedi realmente e hai delle restrizioni sull'utilizzo che ne puoi fare.

    Non voglio anticiparvi troppi dettagli ma fondamentalmente quello che sto cercando di fare è di riprodurre l'esperienza di acquisto in un negozio di musica reale in maniera più vicina possibile alla realtà. Continuiamo anche a perfezionare il sito e il nostro software basandoci sul feedback degli utenti, che teniamo molto in considerazione: se provate Mindawn ed avete dei suggerimenti o dei commenti, per favore, fatecelo sapere.

    Intervista a Bernard Gueffier di Musea A cura di Fabio Cattaneo, Jessica Attene, Alberto Nucci, Marco del Corno Per quali motivi e con quali strategie commerciali avete deciso di "fare il grande passo" offrendo al pubblico, tramite il sito di Mindawn, il download legale degli album da voi prodotti?

    In effetti abbiamo firmato il nostro primo contratto di distribuzione online dieci anni fa. In tutti questi anni non abbiamo mai ottenuto alcun reddito da queste prime esperienze. Due anni fa abbiamo fatto un confronto fra le diverse offerte per la distribuzione online del nostro catalogo: un sito specializzato chiamato Muse-Wrapped, un sito mainstream, iTunes, e una compagnia specializzata che avrebbe piazzato il nostro catalogo su centinaia di siti, un aggregatore chiamato World Music Office.

    In accordo con la nostra politica indipendente, abbiamo scelto l'opzione del sito specializzato Muse-Wrapped.

    Breve guida alla musica liquida in Alta Fedeltà

    Dopo poche settimane erano disponibili in rete oltre 5. Sfortunatamente, dopo tre mesi di esistenza, la compagnia si sciolse. Allora ci siamo spostati su un altro sito specializzato chiamato Mindawn. Come mai avete scelto proprio Mindawn e non altri vendors più conosciuti?

    Nei venti anni di vita di Musea abbiamo scoperto che i canali di distribuzione mainstream non erano molto utili per la distribuzione del Progressive Rock che è considerato, nell'ambito del music business, musica minore. Abbiamo pensato che le stesse conclusioni si potessero applicare nell'ambito della distribuzione online e abbiamo scelto l'opzione di un sito specializzato in Progressive Rock piuttosto che finire completamente dispersi fra milioni di altre band nel sito di iTunes.

    Per precauzione, dal momento che le cose possono evolvere rapidamente, in parallelo come test limitato abbiamo reso disponibili una cinquantina di album della Musea su iTunes e World Music Office. La fine di questo test è prevista fra un anno circa. Alla scadenza di questo termine prenderemo la decisione finale circa la distribuzione digitale. Avete intenzione di rendere gradualmente disponibile su Mindawn l'intero catalogo Musea comprese le ultime uscite o solo alcuni titoli selezionati in base a criteri specifici, ad esempio album ormai fuori commercio che non avrebbero sufficiente mercato se ristampati?

    Le uniche eccezioni sono i nostri recenti progetti come "Odyssey", "Kalevala", "Spaghetti Epic" o "Colossus of Rhodes". Cosa pensate del file sharing e della politica di Mindawn in proposito vedere faq del sito, con relativa "benedizione" della condivisione in rete senza scopo di lucro?

    Penso che ti riferisci al fatto che i file digitali di Mindawn non sono protetti contro la copia ed il fatto che Mindawn pensa che i clienti non offrono gratis quello per cui hanno pagato.

    Siamo d'accordo con questa politica. Quale sarebbe la vostra reazione se scopriste che qualcuno, in un network di file sharing, sta rendendo gratuitamente disponibile a terzi un vostro prodotto? Abbiamo trovato molti dei nostri brani in file sharing e perfino su siti che vendono bootleg. Non siamo realmente preoccupati per questo. Facendo un primo bilancio, pensate che questo sistema di vendita abbia portato dei vantaggi, se si quali? Pensiamo che non abbiamo altra scelta che muoverci verso questa tecnologia.

    Il lato positivo è rappresentata dalla maggior flessibilità nessuna necessità di stampare CD, di grosse spedizioni, impiegati che preparano i pacchi ecc. Il lato negativo è la copia libera, ma già esiste col CD. Consideriamo la distribuzione digitale come un'ottima aggiunta alla distribuzione musicale.

    Pensate che un tale sistema di vendita rappresenti il futuro per il commercio dei dischi prog, andando a sostituire i negozi tradizionali di dischi? Come detto sopra, questo sostituirà soltanto una determinata proporzione della distribuzione fisica. Il CD continuerà ad esistere, come esistono ancora i vinili ed anche i negozi di dischi. Che ruolo avranno le etichette discografiche in questo tipo di mercato?

    Assolutamente lo stesso di prima: fare una selezione fra una abbondante produzione, fare promozione, aiutare gli artisti nel loro carriera, contribuire ad organizzare i concerti e all'organizzazione di festival, prendersi cura di molti aspetti legali diritti d'autore, diritti del produttore etc.

    E' stata un'esperienza molto positiva ed affascinante. Abbiamo riposto molte speranze in questa avventura. Le persone dietro a questo progetto, Jack Foster e Trent Gardner erano molto fidati ed efficienti. Ma abbiamo imparato molto da questo primo tentativo e non abbiamo assolutamente alcun rammarico. Cosa pensi riguardo la recente approvazione, da parte del Parlamento francese della legge che legalizza il download di canzoni da internet, considerandole come copie private?

    Non sono affatto impaurito da questo grande errore. Alcune lobby di consumatori sono riusciti a proporre questa nuova legge permettendo il download libero per un costo di alcuni euro all'anno. Al momento questa è solo una proposta e penso davvero che non ci sia rischio di vederla approvare.

    Il motivo principale è che ci sarebbe una contraddizione con tutte le regole europee e perfino con la legge francese sul copyright. Nell'Aprile del ho pubblicato il mio primo CD ufficiale sulla mia etichetta, la Telos Music: "Cerulean Blue" di Rain il nome che uso per tutti i miei progetti artistici. Il CD è in vendita direttamente dal mio sito web www. L'album è entrato nelle play list di XM Satellite Radio, fra le altre, in tutto il territorio degli U.

    L'intero CD è scaricabile gratuitamente sul mio website su file MP3 a 96 kbs. Solitamente i musicisti sul proprio sito personale offrono dei piccoli assaggi di brani disponibili su cd, oppure versioni alternative live o demo dei medesimi. Poiché siamo amanti dei numeri che non mentono ci piace parlare di tendenze quando queste sono supportate da FATTI.

    Lasciamo volentieri le opinioni ed i patetici - e quasi sempre fallimentari - tentativi di orientare il mercato ad altri. Ebbene, una cosa che vi avevo preannunciato sulla Rubrica della Posta e che trova piena conferma nei dati ufficiali RIAA, è la crescita rapidissima delle vendite di vinile LP.

    Con quasi 3 milioni di pezzi venduti negli States si è tornati ai volumi di vendita di 10 anni fa. Si consideri che oggi siamo a 3 milioni, ma eravamo ad appena Questo, tuttavia, non basta. Gli altri sono in caduta libera: E mi pare lo avessimo ampiamente previsto quando tutti, riviste specializzate e discografici audiophile arrembanti e spocchiosi giuravano e spergiuravano che nel giro di pochi anni il SACD avrebbe soppiantato tutto, sia CD che vinile.

    A volte mi chiedo come possano "stare sul mercato" personaggi incapaci di fare previsioni almeno sensate sul proprio settore. E' davvero un mistero.

    Diventa dunque interessante un confronto tra musica "solida" e musica "liquida" perché anche questo è terreno di scontro e, di nuovo, di previsioni che realisticamente si riveleranno sbagliate.


    Nuovi articoli: