Nwoverland

Nwoverland

FILM IL POSTINO SCARICARE

Posted on Author Milabar Posted in Film


    Un film che si nutre di purezza, di poesia, di amicizia, di amore. Questo è Il postino, l'ultima e definitiva prova artistica di un maestro del sorriso. Nell'estate Mario Ruoppolo, postino ausiliario nell'isola Salina delle Eolie, ha come unico destinatario da servire il poeta cileno Pablo. Guarda Il postino streaming in Italiano completamente gratis. tutti gli amici di Altadefinizione che in questo articolo è presente solo il TRAILER DEL FILM. In occasione del ventesimo anniversario dell'uscita del film, che coincide con i venti anni dalla scomparsa di Massimo Troisi, Il postino di.

    Nome: film il postino
    Formato:Fichier D’archive (Film)
    Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
    Licenza:Solo per uso personale
    Dimensione del file: 61.42 Megabytes

    Dal capolavoro di Bacalov divenuto la colonna sonora del celeberrimo film con Massimo Troisi, Digital Store Network ha realizzato questo medley di grandissimo pregio arrangiato da Igor Cantarini ed eseguito alla fisa da Felice Piazza. Un capolavoro tradotto in musica da ballo per gli amanti della fisarmonica. Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Accettando i cookie, ne confermi l'utilizzo su questo sito web. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

    Vai all'Archivio Brani.

    Il postino è un film del diretto da Michael Radford e Massimo Troisi. Nell'estate del Mario Ruoppolo, un disoccupato figlio di pescatori, vive su un'isola del sud Italia che da poco tempo ha dato asilo politico al grande poeta cileno Pablo Neruda. Giorno dopo giorno, Mario rimane sempre più affascinato dal poeta, tanto da comprare un suo libro di poesie che si fa autografare.

    Con lui impara a discorrere di poesia, di metafore, con la semplicità propria di un uomo della sua condizione sociale. I due non perdono occasione di girare assieme l'isola rafforzando la loro amicizia. Un giorno Mario entra in osteria e resta ammaliato da Beatrice, nipote della proprietaria, che lo invita a giocare al calciobalilla.

    I due giocano rimanendo in silenzio e Mario, ammirando la ragazza, se ne innamora subito. La mattina seguente, all'alba, corre da Don Pablo chiedendogli di aiutarlo nella conquista della ragazza scrivendogli una poesia da dedicarle e farla innamorare.

    Dopo qualche esitazione, il poeta gli regala un libro per scrivere poesie e quindi si fa portare da Beatrice per conoscerla. I giorni seguenti Mario inizia a corteggiare Beatrice, con le parole, o meglio, con le poesie di Neruda, e inizia a fare breccia nel suo cuore. La zia di lei, vedendola strana le chiede spiegazioni, preoccupandosi della nipote sospettando che l'amore di Mario non sia serio. Un giorno Mario esagera dedicando a Beatrice una poesia un po' osé che il cileno aveva scritto per la moglie Matilde Urrutia.

    La sera stessa Beatrice scappa per andare da Mario e sboccia la passione. Decidono quindi di sposarsi, e Neruda fa loro da testimone. Durante il banchetto matrimoniale, il poeta riceve una lettera dal Cile: il mandato d'arresto nei suoi confronti è stato revocato e quindi potrà tornare a casa.

    Il giorno dopo Mario gli consegna l'ultima posta, Neruda vorrebbe dargli dei soldi ma Mario rifiuta, si abbracciano e si salutano. Da quel giorno Mario inizia a scrivere poesie contribuendo, poiché è rimasto senza lavoro venendo a mancare l'unico destinatario possibile di corrispondenza, al lavoro in osteria. La vita scorre, Neruda viaggia da un capo all'altro del mondo per premi e Mario ne segue tutte le gesta, sperando che passando dall'Italia possa tornare a trovarlo.

    Beatrice annuncia che sta aspettando un bambino; Mario vorrebbe chiamarlo Pablito in onore del poeta, anche se lei non è molto d'accordo.

    Un giorno riceve posta, che in realtà si rivela essere stata scritta da qualcun altro per conto del poeta che chiede di spedirgli degli oggetti personali rimasti nella sua vecchia dimora sull'isola. Mario esegue l'incarico a malincuore, ma ne approfitta per registrare tutti i suoni tipici dell'isola in quanto tempo addietro, alla richiesta del poeta di registrare una cosa bella dell'isola, Mario era stato capace solo di pronunciare il nome del suo nuovo amore: Beatrice Russo.

    Passano cinque anni, Neruda e sua moglie tornano nell'isola, entrano nell'osteria e vengono accolti da un bambino che gioca. Compare quindi sua madre, Beatrice, che lo chiama "Pablito". Mario purtroppo non c'è più: Beatrice spiega che è morto poco prima che suo figlio nascesse, ucciso dalla polizia in una manifestazione comunista.

    Il Postino 20° anniversario – ora in Digital Download su iTunes e in edizioni DVD e Blu-ray™

    Neruda, che ora ascolta quella registrazione che non ha mai ricevuto, ne rimane profondamente impressionato. Mario e la natura dell'isola lasceranno nell'animo del poeta un ricordo indelebile.

    Pur diretto dallo scozzese Michael Radford , la collaborazione alla regia viene attribuita a Massimo Troisi in Italia, mentre negli altri paesi il film risulta diretto dal solo Michael Radford che è il solo candidato all' Oscar per la regia. Le riprese durarono 11 settimane con una sola interruzione a Pasqua ed iniziarono nell'autunno del a Pantelleria con alcune delle prime scene, in particolare quelle di Troisi in bicicletta, poi si spostarono in quella di Salina Pollara e si conclusero a Procida Pozzo Vecchio e Marina Corricella , con un cast di eccezione, Massimo Troisi , Philippe Noiret e Maria Grazia Cucinotta [1] , lanciata nel mondo del cinema appunto con questo film.

    Nelle sale americane venne distribuito il 14 giugno ottenendo il primo posto agli incassi italiani e un'ottima percentuale di critiche. Il film, ambientato nel tratta il periodo dall'esilio di Neruda alla sua partenza, e si svolge interamente in un piccolo isolotto dell'Italia, abitato da comuni pescatori analfabeti intenti nel loro mestiere.

    In questo contesto, lo scrittore mette in risalto la figura immaginaria di Mario Ruoppolo, il postino di Neruda, che con quest'ultimo riesce ad ottenere un legame di amicizia molto forte e unito.

    Non per nulla Troisi è chiamato il comico dei sentimenti; e qui, in questo film mantiene fede al suo soprannome. Inoltre, Troisi riesce a dare voce e anima al postino Mario, timido e impacciato, ma che poco a poco diventa capace di creare metafore, parola di cui prima ignorava il significato e anzi lo spaventava al solo suono, e in grado di dare consigli a Neruda come quando definisce "tristi" le reti dei pescatori.

    Secondo dati aggiornati al , Il postino detiene l'ottavo posto tra i film in lingua straniera di maggior successo negli Stati Uniti.

    Il film ha ottenuto 5 candidature agli Oscar , quella come miglior film , miglior attore protagonista Massimo Troisi , miglior regia Michael Radford , miglior sceneggiatura non originale e miglior colonna sonora drammatica. Tuttavia solo quest'ultima candidatura si è tradotta nella conquista di una statuetta. Come per la maggior parte dei film di Troisi, il film fu un successo di critica.

    In un'isola del sud d'Italia, nel , il poeta cileno in esilio Pablo Neruda, si rifugia con la giovane e appassionata consorte Matilde.

    Al disoccupato Mario, figlio di un pescatore con scarsa vocazione per il mare, non par vero di accettare l'incarico di postino ausiliario dal locale capoufficio, Giorgio, comunista militante. Deve solo consegnare la nutrita corrispondenza del poeta, di cui inizia a leggere il "Canto general", e col quale a poco a poco, chiedendogli delucidazioni sulla sua "ars poetica", instaura un rapporto di amicizia.

    Il poeta riceve per il suo compleanno un messaggio registrato dal Cile e fa incidere sul dittafono un saluto per i suoi amici a Mario che come cosa più bella dell'isola cita Beatrice Russo, la giovane barista di cui si è invaghito e che riesce a conquistare con le "metafore" apprese dal poeta, che ha addirittura accompagnato il giovane all'osteria, dedicandogli pubblicamente una poesia.

    IL POSTINO - film 1994 - Trailer Originale

    Beatrice, affascinata, nonostante il divieto della zia di rivederlo, si concede a Mario e alle nozze riparatrici Neruda fa da testimone, nonostante le perplessità del curato. Passano cinque anni e Mario segue le vicende dell'illustre amico sui cinegiornali, e alla radio, ma l'unico segno è la lettera del segretario del poeta che gli chiede i libri e gli oggetti lasciati sull'isola, dove, grazie al deputato della Democrazia Cristiana Di Cosimo, sono finalmente iniziati i lavori dell'acquedotto.

    Mario, che aspetta un figlio, registra per l'amico lontano i rumori dell'isola, la voce del mare e del vento, ed il battito cardiaco del nascituro. Ma dopo la vittoria della Democrazia Cristiana, i lavori vengono interrotti, e Mario è sempre più impegnato nel partito comunista.

    Cosa vuoi guardare in streaming?:

    Cinque anni dopo, Neruda e la moglie entrano di nuovo nell'osteria di Beatrice, e vi trovano Pablito, il figlio di Mario. Ma quest'ultimo non lo ha nemmeno visto nascere: è morto a Roma durante un comizio in cui doveva leggere di una poesia in onore di Neruda. Regia: Michael Radford. Massimo Troisi.


    Nuovi articoli: